Narbolia, scuote la tovaglia ma il balcone cede: donna precipita e muore

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Giugno 2020 16:43 | Ultimo aggiornamento: 21 Giugno 2020 16:43
Una ambulanza del Pronto Soccorso

Narbolia, scuote la tovaglia ma il balcone cede: donna precipita e muore (foto ANSA)

ROMA – Incidente mortale a Narbolia, piccolo comune in provincia di Oristano.

Stava sistemando casa dopo cena quando si è recata sul balcone per scuotere la tovaglia.

Un gesto normale che però le è costato la vita visto che il parapetto del terrazzino ha ceduto facendola precipitare nel vuoto.

La vittima è una donna di 43 anni, Stefania Piras.

L’incidente, secondo quanto ricostruito dai carabinieri, è avvenuto in località Is Arenas.

La donna si è affacciata dal balcone, per scuotere la tovaglia, ma ha perso l’equilibrio.

Il parapetto a cui si è aggrappata si è rotto ed è caduta da un’altezza di tre metri, battendo la testa.

I carabinieri e un’ambulanza del 118 giunti poco dopo a Narbolia, hanno trasportato la 43enne all’ospedale San Martino di Oristano.

Purtroppo dopo qualche ora la 43enne è deceduta.

I militari dell’arma hanno avviato le indagini per ricostruire dettagliatamente la dinamica della tragedia.

Un testimone, intervistato da L’Unione Sarda, ha raccontato:

“Quando è arrivato mio fratello mi ha detto che una donna era appena caduta dal balcone e siamo andati subito a vedere.

Intanto è arrivata l’ambulanza e abbiamo aiutato i barellieri a sistemare la signora che era caduta ed era in una pozza di sangue.

Da quello che abbiamo visto sembra che sia caduto il pezzo di legno che c’è nel balcone ed era marcio.

Credo che la signora stesse scuotendo qualcosa, ma questo non lo so. Quando siamo arrivati noi era già in terra ed aveva perso molto sangue”. (fonte UNIONE SARDA)