La nave Open Arms davanti a Lampedusa. Sbarco urgente per nove persone

di redazione Blitz
Pubblicato il 15 Agosto 2019 8:24 | Ultimo aggiornamento: 15 Agosto 2019 20:38
Migranti a bordo della Open Arms

I migranti ammassati sul ponte della nave Open arms (Foto Ansa)

AGRIGENTO  – E’ stato autorizzato lo sbarco per 5 dei migranti che da 14 giorni si trovano sulla Open Arms. Lasciano la nave della ong spagnola per motivi psicologici e perché bisognosi di soccorsi sanitari. Ad accompagnarli 4 familiari, quindi complessivamente sono nove persone. La Open Arms resta, intanto, a circa 150 metri dalla costa di Lampedusa (Ag). Sul molo Favarolo, ci sono tutte le forze dell’ordine e le ambulanze per trasferire i migranti.

La nave Open Arms con a bordo 147 persone migranti è arrivata all’alba di Ferragosto nelle immediate vicinanze di Lampedusa. Diverse motovedette della guardia di finanza e della capitaneria di porto stanno monitorando i movimenti dell’imbarcazione della Ong catalana che si è diretta verso l’isola delle Pelagie. 

La nave è stata scortata da due navi della Marina militare dopo che il Tar del Lazio ha accolto un suo ricorso, sospendendo il divieto di ingresso nelle acque italiane disposto dal ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Il provvedimento era stato rinnovato mercoledì 14 agosto dallo stesso ministro, che ha presentato ricorso contro la decisione del Tar ribadendo la propria contrarietà alla sbarco dei migranti. Il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, non ha firmato il divieto all’ingresso nelle acque territoriali per la Open Arms come chiesto dal collega Salvini. Lo si apprende da fonti del Viminale, secondo cui “la scelta non sorprende, visto che la titolare della Difesa ha ordinato alle navi della Marina Militare di scortare verso il nostro Paese l’imbarcazione spagnola”. (Fonte: Ansa)