Ncc bruciano in piazza manichino di Di Maio “schiavo dei tassisti”. VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 dicembre 2018 10:24 | Ultimo aggiornamento: 28 dicembre 2018 10:27
Ncc bruciano in piazza manichino di Di Maio "schiavo dei tassisti"

Ncc bruciano in piazza manichino di Di Maio “schiavo dei tassisti”

ROMA – “Di Maio schiavo dei tassisti”. È la scritta sul cartello esposto su un manichino che rappresenta il vicepremier Luigi Di Maio con il cappio al collo, mostrato tra i cori contro il governo alla manifestazione degli Ncc a Roma. Il manichino, esposto in piazza della Repubblica, dove è in corso il sit-in, è stato poi dato alle fiamme. “Di Maio vieni qui”, hanno urlato i manifestanti.

Altri momenti di tensione al termine del sit-in quando un gruppo di manifestanti ha tentato di accerchiare un tassista in macchina nei pressi della stazione Termini. Ad evitare che la situazione degenerasse sono state le forze dell’ordine in tenuta antisommossa: dopo una serie di insulti e sputi verso l’auto bianca da parte dei manifestanti, gli agenti hanno fatto spostare il gruppo.

Le forze dell’ordine – tra i cori e la resistenza passiva opposta dai lavoratori Ncc – hanno fatto arretrare le poche decine di manifestanti rimasti da piazza della Repubblica, luogo del sit-in, verso la stazione Termini.

Dopo aver bruciato il manichino raffigurante Di Maio qualcuno tra gli Ncc ha anche gettato un tricolore nel fuoco, ma la bandiera è stata tolta dalle fiamme dopo pochi secondi da altri manifestanti e si è salvata. La tensione in piazza è salita dopo il ritorno della delegazione di autisti Ncc, che era andata al Quirinale per presentare un documento con le istanze della categoria.

“Al Quirinale hanno solo protocollato il documento che abbiamo portato, la protesta continua”, hanno poi detto ai microfoni in piazza. Allora è stato dato fuoco al manichino raffigurante Di Maio e poi il tentativo di dar fuco al tricolore.