‘Ndrangheta: arrestati a Rosarno (Reggio Calabria) 10 membri della cosca Bellocco: favorirono la latitanza dei boss

Pubblicato il 27 luglio 2010 8:01 | Ultimo aggiornamento: 27 luglio 2010 8:15

Dieci persone affiliate alla cosca Bellocco di Rosarno (Reggio Calabria) sono stati arrestat con l’accusa di associazione mafiosa, favoreggiamento, porto e detenzione illegale d’arma da fuoco. Le indagini avrebbero consentito di ricostruire il circuito che aveva favorito per anni la latitanza di Gregorio e Giuseppe Bellocco, esponenti di vertice dell’omonima cosca rosarnese, inseriti tra i 30 ricercati più pericolosi e catturati dal Ros rispettivamente nel 2005 e nel 2007.

Inoltre i carabinieri hanno sequestrato beni immobili per una valore di 10 milioni ad esponenti della cosca. Il sequestro dei beni, disposto dalla Dda di Reggio Calabria, è stato eseguito nell’ambito dell’operazione denominata “Pettirosso”.