'Ndrangheta, condannato per estorsione l'imprenditore Francesco Arcuri

Pubblicato il 1 Dicembre 2011 10:29 | Ultimo aggiornamento: 1 Dicembre 2011 10:30

CATANZARO – E' stato condannato in via definitiva per tentata estorsione aggravata dalle modalita' mafiose, Francesco Arcuri, l'imprenditore di 60 anni al quale stamane la Dia di Catanzaro ha confiscato beni per 30 milioni di euro.

Tra i beni confiscati ci sono due aziende di Crotone, tra cui la societa' Resycling srl che si occupa del riciclo di rifiuti, trasloschi e compattazione di container.

Il personale della Dia ha compiuto una serie di verifiche ed accertamenti sul patrimonio della di Arcuri e degli altri componenti del suo nucleo familiare. Dagli accertamenti e' emersa una sproporzione tra i redditi dichiarati ed i beni materialmente in loro possesso.