'Ndrangheta: sequestrato il teatro Ghione a Roma

Pubblicato il 17 ottobre 2011 8:46 | Ultimo aggiornamento: 17 ottobre 2011 8:54

REGGIO CALABRIA – Il teatro Ghione a Roma è stato sequestrato nell'ambito dell'operazione condotta dalla Dia di Reggio Calabria nei confronti dell'immobiliarista romano, Federico Marcaccini, detto Pupone.

L'uomo è indagato nell'ambito dell'operazione Overloading coordinata dalla Dda di Catanzaro contro un'organizzazione dedita al traffico internazionale di stupefacenti legata alla 'ndrangheta.

Oltre al teatro, di cui Marcaccini è proprietario e la cui società di gestione è estranea alla vicenda, sono stati sequestrati due alberghi, dei quali non sono stati ancora resi noti i nomi, uno a Taormina ed uno a Ceccano (Frosinone), e numerose aziende operanti principalmente nel Lazio.

Nell'ambito dell'operazione Overloading, condotta da carabinieri e Guardia di Finanza nel dicembre del 2010, furono fermate 77 persone, tra le quali un tenente colonnello dei Carabinieri, Luigi Verde, di 58 anni, allora in servizio a Bolzano dopo essere stato, dal 1999 al 2001, comandante provinciale a Sondrio, al quale, nel corso della perquisizione nel suo alloggio di servizio, nella caserma della Legione di Bolzano, furono trovati armi ed esplosivo.