‘Ndrangheta: tangenti per gli appalti sull’A3, 10 arresti

Pubblicato il 22 Dicembre 2010 8:10 | Ultimo aggiornamento: 22 Dicembre 2010 8:25

Un’operazione della polizia per l’esecuzione di 10 ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di presunti affiliati alla cosca della ‘ndrangheta dei Bruzzise che opera nella zona di Palmi, nel reggino. Gli arrestati sono accusati di associazione mafiosa ed estorsione. L’operazione, coordinata dalla Dda di Reggio Calabria, costituisce la prosecuzione di quella denominata ”Cosa mia” che nel giugno scorso portò all’arresto di una cinquantina di persone, ritenute affiliate sia ai Bruzzise che all’altra cosca operante sul territorio, quella dei Gallico, che erano riuscite ad imporre pesanti tangenti alle imprese che lavoravano nei cantieri per l’ammodernamento dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria. Le famiglie Gallico e Bruzzise sono state contrapposte in una sanguinosa faida tra gli anni ’80 e ’90 e anche piu’ recentemente.