Roma. “L’hanno fatto cadere”: altra morte sospetta di un neonato al San Giovanni

Pubblicato il 25 luglio 2012 13:01 | Ultimo aggiornamento: 25 luglio 2012 13:04
Altra morte sospetta di un neonato al San Giovanni Addolorata

(LaPresse)

ROMA – “Lo hanno fatto cadere dopo il parto”. Una mamma, Regina Trovalusci, avrebbe accusato l’ospedale San Giovanni Addolarata di Roma di aver ucciso il suo bambino, come riporta Repubblica. Il fatto è emerso dopo l’inchiesta sulla morte del piccolo Marcus De Vega al San Giovanni, per l’iniezione in vena di una flebo di latte. La vicenda della Trovalusci risale al 24 gennaio, il neonato prematuro sarebbe morto dopo aver battuto la testa in seguito ad una caduta in sala parto. La Procura avrebbe aperto un’inchiesta senza indagati con l’accusa di omicidio colposo.

La giovane madre, racconta Repubblica, sarebbe stata lasciata sola in sala parto. La donna era alla 21esima settimana di gravidanza avrebbe partorito prima del tempo. Medico, infermiera e ostetricia dopo averla portata in sala parto il 24 gennaio, l’avrebbero lasciata sola con una bacinella posta alla base del corpo.

La donna avrebbe raccontato che attendendo l’arrivo del personale medico il piccolo sarebbe uscito dall’utero, cadendo nella bacinella in terra e battendo violentemente la testa. Solo in quel momento sarebbe arrivata l’infermiera, riporta Repubblica, che dopo aver tagliato il cordone ombelicale lo avrebbe portato via per poi annunciare la morte alla madre.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other