Neonato morto a Torino, i genitori denunciano: “Lo hanno lasciato solo”

Pubblicato il 18 Novembre 2010 15:19 | Ultimo aggiornamento: 18 Novembre 2010 15:20

”Lo hanno lasciato solo, dopo averlo alimentato, e per questo vogliamo giustizia”: a parlare sono i genitori del bimbo di quattro mesi morto martedì 16 novembre all’ospedale infantile di Regina Margherita di Torino. Alessandro Bruzzese, 30 anni, artigiano edile residente a Sant’Antonino di Susa (Torino), e la moglie Ramona Pizzo, 24 anni, con la foto del loro piccolo Thomas in mano spiegano i motivi per i quali hanno deciso di presentare un esposto al Commissariato di Barriera di Nizza di Torino della Polizia di Stato.

”Questo caso – dicono – non deve finire nel dimenticatoio. Non sappiamo perché il nostro bambino sia morto, ma crediamo che sia stato lasciato solo dopo essere stato alimentato. Per questa ragione vogliamo giustizia”. La foto che hanno in mano è quella che avevano preparato per salutare e ringraziare i medici che avevano assistito il neonato: per quattro mesi, da quando era nato, aveva avuto problemi di deglutizione e di rigurgito e per questo veniva nutrito con un sondino. Sulla foto c’è la scritta ”a tutti i miei amici grazie di cuore. Thomas” perche’ Alessandro e Ramona volevano lasciarla a medici e infermieri martedì, il giorno nel quale il figlio avrebbe lasciato l’ospedale e nel quale, invece, è morto.

”Ora – dicono i genitori – non lo vedremo. Abbiamo chiesto di donare i suoi organi ma ci hanno risposto che sono tutti compromessi e per questo non è possibile donarli”.

[gmap]

5 x 1000