Neve, l’Associazione Consumatori denuncia Trenitalia: “Ritardi e danni”

Pubblicato il 8 Febbraio 2012 17:04 | Ultimo aggiornamento: 8 Febbraio 2012 17:08

ROMA – Il Casper – Comitato contro le speculazioni e per il risparmio (Adoc, Codacons, Movimento Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori) ha fatto sapere di aver presentato una denuncia alla procura della Repubblica di Roma contro Trenitalia ''per interruzione di pubblico servizio e per i gravi danni e disagi subiti dai passeggeri dei sei treni rimasti bloccati per oltre 8 ore nell'ultima settimana a causa del maltempo''. Lo annuncia l'Adoc.

''Dal 1 febbraio ad oggi ben sei treni hanno subito ritardi che vanno dalle 8 alle 18 ore di ritardo, e' assurdo – dichiarano i presidenti delle quattro associazioni – per questo, come Casper, abbiamo presentato un esposto contro Trenitalia per interruzione di pubblico servizio e per ottenere il giusto risarcimento per i danni subiti dai passeggeri. Le tratte oggetto di denuncia sono: Bologna-Rimini del 1 febbraio (8 ore di ritardo); Milano-Pescara del 1 febbraio (10 ore di ritardo); Milano-Ancona del 1 febbraio (9 ore di ritardo); Roma-Pescara del 3 febbraio (17 ore di ritardo); Roma-Cassino del 4 febbraio (12 ore di ritardo); Roma-Avezzano del 4 febbraio (18 ore di ritardo)''. ''Ricordiamo che nel passato, per un ritardo superiore a 8 ore, Trenitalia ha riconosciuto un risarcimento di 800 euro ai passeggeri coinvolti – proseguono -. Come minimo ci aspettiamo lo stesso trattamento ma, dato il ritardo assurdo e incomprensibile, data la manifesta incapacita' di far fronte ad una situazione di emergenza atmosferica preventivamente annunciata e date le misure ampiamente insufficienti e tardive di soccorso operate dall'azienda, crediamo sia opportuno prevedere un risarcimento più congruo''.