Neve a Firenze, ma le scuole restano aperte. Protesta degli studenti su Facebook

Pubblicato il 1 Febbraio 2012 0:15 | Ultimo aggiornamento: 31 Gennaio 2012 23:58

FIRENZE, 30 GEN – A Firenze, come previsto, da oggi pomeriggio sono caduti i primi, deboli, fiocchi di neve che potrebbero intensificarsi nelle prossime ore. Il sindaco Matteo Renzi ha annunciato che comunque per domani le scuole del capoluogo toscano rimarranno aperte perche' ''la macchina organizzativa'' messa in campo dall'amministrazione ''sta funzionando molto bene'' e quindi ''siamo in grado di consentire a chi lo vorra' di mandare i propri figli a scuola''.

Una decisione pero' non gradita da alcuni studenti che sulla pagina Facebook di Renzi hanno manifestato la loro disapprovazione.

''Domani le scuole di Firenze saranno aperte – scrive Renzi sul social network -. In questa bacheca tanti studenti esprimono dissenso: ragazzi, vi capisco, ho inventato proteste studentesche per molto meno. Ma il compito di un amministratore non e' lisciare il pelo ai ragazzi, ne' vivere in campagna elettorale permanente''.

Renzi ricorda che nel dicembre del 2010 ci furono ''26 centimetri di neve e noi non eravamo preparati. Quest'anno abbiamo agito diversamente. E dunque e' giusto assicurare il servizio pubblico scolastico. Poi, da dopodomani, faremo i conti con l'emergenza ghiaccio''.

Parole quelle del sindaco che non hanno convinto tutti, soprattutto gli studenti. E se da una parte in 600 hanno cliccato il 'Mi piace' (tradizionale approvazione 'facebookiana') tra le centinaia di commenti ce ne sono alcuni (una netta minoranza per la verita') decisamente in disaccordo. Si va da un tranquillo 'le scuole dovrebbero restare chiuse' di Francesca, a un preoccupato 'ripensaci' di Filippo. Qualcuno non risparmia qualche offesa, altri, come Francesco la buttano sull'ironia: 'Cattivo! La scuola chiusa e' l'unica cosa bella della neve'.