Nevio Nobilio muore in incidente sul Monte Bianco: è scivolato in un canalone

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 agosto 2017 9:12 | Ultimo aggiornamento: 23 agosto 2017 9:12
Nevio Nobilio muore in incidente sul Monte Bianco: è scivolato in un canalone. Era originario di loreto apretino (Pescara)

Nevio Nobilio muore in incidente sul Monte Bianco: è scivolato in un canalone (foto d’archivio Ansa)

CHAMONIX – Un alpinista italiano, Nevio Nobilio, è morto dopo essere precipitato sul versante francese del Monte Bianco. L’uomo stava percorrendo un canalone, il couloir du Gouter, quando, “probabilmente per un errore tecnico”, è scivolato ed è caduto dal versante. Con lui c’era un compagno di scalata che è illeso e che, una volta recuperato, ha aiutato la gendarmeria a ricostruire l’accaduto. L’incidente si è verificato durante la fase di discesa lungo la via normale francese alla vetta, che ha un passaggio obbligato nel canalone, noto per i diversi incidenti che si verificano ogni anno a causa di passaggi delicati e della caduta di frane e slavine.

Nobilio, 59 anni, era originario di Loreto Aprutino (Pescara). La salma è stata trasferita nella camera mortuaria di Chamonix. “E’ precipitato dal couloir del Gouter per 100-150 metri”, spiega un portavoce del Peloton de haute montagne de gendarmerie della cittadina francese. L’allarme è stato dato da altri alpinisti che si trovavano in zona e che hanno assistito all’incidente. “Era ben attrezzato per l’attraversata ma non era legato in cordata all’amico”, aggiungono dalla gendarmeria. Per il momento i soccorritori escludono che “la caduta sia stata provocata da un crollo di pietre” e continuano a propendere per “l’errore tecnico”. Il compagno di scalata, aiutato da un interprete, sta riferendo l’accaduto ai soccorritori.

Nobilio, sposato e con due figli, molto conosciuto nel paese abruzzese dove aveva un panificio ed era socio del Cai. Lutto in paese. “Io lo conoscevo bene, era il mio fornaio – dice il sindaco, Gabriele Starinieri – Un grande appassionato della montagna. Sapevo che era in vacanza in Val D’Aosta. Siamo addolorati, ancora di più perché quest’anno, con la tragedia di Rigopiano, avevamo perso quattro concittadini”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other