Bimbo ucciso a Novara, la mamma di Nicholas Musi: “Violento sin da piccolo”

Pubblicato il 31 maggio 2019 16:18 | Ultimo aggiornamento: 31 maggio 2019 16:18
Bimbo ucciso a Novara, la mamma di Nicholas Musi: "Violento sin da piccolo"

Bimbo ucciso a Novara, la mamma di Nicholas Musi: “Violento sin da piccolo”

NOVARA – A “Pomeriggio Cinque” si parla di Leonardo, il bimbo di venti mesi ucciso di botte. In carcere è finito Nicholas Musi, compagno della madre del piccolo: sono stati entrambi fermati, lui si trova in cella a Novara, dove avrebbe tentato di uccidersi con un lenzuolo. Al programma di Barbara D’Urso parla la madre dell’uomo: “Nicholas da piccolo è sempre stato violento, altalenante. A sei anni me l’hanno messo in una comunità perché il mio ex marito l’ha picchiato a sangue e quando aveva nove anni mi hanno telefonato per dirmi che anche lì faceva i suoi casini. L’hanno poi mandato in affidamento da questa famiglia ma anche da lì sono arrivate testimonianze della sua violenza: ha ucciso due cagnolini sedendosi sopra di loro, schiacciandoli. Da adolescente è stato pure peggio, ha tentato di aggredire anche me. Non l’avevo mai visto così, mi faceva paura”.

In collegamento con il programma c’è anche Alex, il fratello di Nicholas, che ammette di non aver mai conosciuto il bambino né la compagna di suo fratello. “Forse, se li avessi conosciuti, avrei potuto avvertire Gaia ed evitare questa tragedia. L’avrei avvertita – aggiunge rispondendo alla domanda di Barbara d’Urso – della molta cattiveria che ha mio fratello, se così posso definirlo. Fin da bambino ci ha dimostrato di avere molta aggressività. Di noi tre fratelli, lui è l’unico a essere finito in comunità a otto anni, dove comunque ha sempre avuto un atteggiamento aggressivo. Ogni volta che Nicholas aveva una fidanzata, noi facevamo di tutto per avvisarla della sua violenza”. (Fonte Pomeriggio Cinque).

 

5 x 1000