Nicole Di Pietro morta su ambulanza: 9 indagati, anche medici clinica Gibiino

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Febbraio 2015 10:57 | Ultimo aggiornamento: 16 Febbraio 2015 12:04
Nicole Di Pietro morta su ambulanza: 9 indagati, anche medici clinica Gibiino

Nicole Di Pietro morta su ambulanza: 9 indagati, anche medici clinica Gibiino

CATANIA – Nove indagati e un’ipotesi di reato: omicidio colposo. Tanti sono gli indagati per la morte della piccola Nicole Di Pietro, la neonata morta su un’ambulanza tra Catania e Ragusa per mancanza di posti letto negli ospedali della città dove era nata poche ore prima. Tra i nove indagati della procura di Catania ci sono anche alcuni medici della clinica Gibiino, quella dove è nata la piccola, e personale delle unità di terapia intensiva neonatale.  

In particolare, ha confermato il procuratore di Catania, Giovanni Salvi, destinatari dell’informazione di garanzia sono 5 medici che hanno operato tra la clinica e il trasferimento in ambulanza della piccola, 2 persone del 118 e altre 2 di altrettante unità di terapia intensiva neonatale. “Stiamo verificando – ha ribadito il procuratore – le responsabilità penali. E’ una vicenda dolorosa e occorrerà tempo”.

Domenica 15 dalla procura di Catania avevano fatto capire di voler  chiarire la “complessa serie di concause” che hanno causato il decesso. “Dal parto e dalle terapie effettuate nelle primissime fasi di vita della bambina”, ma anche “modalità di reazione delle strutture centrali, a partire dal 118, nonché i tempi e le modalità di utilizzo dell’autoambulanza e la adeguatezza del personale del mezzo rispetto all’emergenza che si prospettava”. Oggi tutto questo si è trasformato in nove indagati.

Il nonno di Nicole. “Avremmo dovuto organizzare una festa, invece stiamo per organizzare un funerale: dovevano uscire in tre dalla casa di cure, invece usciranno in due”, ha detto il nonno di Nicole  entrando nella clinica Gibiino di Catania per fare visita alla madre della piccola. Il nonno di Nicole ribadisce che “la nostra famiglia non accusa alcuno, ma vogliamo soltanto chiarezza, verità e giustizia”. “Ci affidiamo – aggiunge – alla magistratura, in cui abbiamo piena fiducia”.

La mamma di Nicole dimessa dall’ospedale. Sono state firmate, dunque, le dimissioni di Tania Laura Egitto, la mamma di Nicole. Il provvedimento è stato preso dai medici della clinica, secondo le procedure post partum. Le sue condizioni di salute sono state considerate infatti idonee alle dimissioni.

La zia di Nicole. “E non lotterò mai per un compenso, lotto per amore, lotterò per questo…”. Affida a una canzone la descrizione del suo stato Erica Eliana Egitto, la zia materna di Nicole, la neonata morta tre ore dopo la nascita, due giorni fa in ambulanza per mancanza di posti negli ospedali di Catania. La frase è estrapolata dal brano ‘Guerriero’ cantata da Marco Mengoni, che è linkata sul proprio profilo Facebook. “Quando le canzoni sembrano fatte apposta per te – scrive Erica Eliana Egitto – questa è per la mia nipotina Nicole, per mia sorella, mio cognato, i miei genitori e tutta la famiglia mia e di Andrea. Questa è per la nostra lotta. Ascoltatela. Vi amo sopra ogni cosa – conclude – e vinceremo contro tutti e resteremo in piedi”