Nizza Monferrato (Asti): si barrica in casa con il figlio di 6 anni e minaccia suicidio

di redazione Blitz
Pubblicato il 29 Settembre 2019 20:32 | Ultimo aggiornamento: 29 Settembre 2019 20:32

La casa in cui vive il macedone con la famiglia (Ansa)

TORINO – Si è consegnato ai carabinieri il macedone di 44 anni che oggi domenica 29 settembre, a Nizza Monferrato (Asti), si era barricato in casa con il figlio di 6 anni manifestando propositi suicidi.

Sul posto erano intervenuti i militari del comando provinciale con un negoziatore specializzato.
Dall’appartamento è uscito prima il bambino, poi il genitore. Entrambi sono stati accompagnati in un ospedale per dei controlli medici.

Nella mattinata di oggi, la moglie è stata chiusa dal coniuge sul balcone, per poi essere portata in salvo dai Vigili del Fuoco intervenuti con autoscala e materassino.  

Barricato in casa minaccia suicidio. La vicina: “La loro era una bella famiglia”

I vicini di casa non possono credere a quanto accaduto. Queste le parole di una donna che vive accanto all’abitazione del macedone: “Lui era un uomo sereno e molto mite. E la loro era una bellissima famiglia. Non li abbiamo mai sentiti litigare”.

Testimoni e conoscenti raccontano che l’uomo, operatore socio-sanitario, ha cominciato a dare segni di disagio mentale all’improvviso alcuni giorni fa. Stamani è stato visto scendere in strada urlando: “Mi sembra di aver capito che volesse parlare con il sindaco”, ha detto un residente nella zona. La coppia ha un secondo figlio, di nove anni, che gioca a calcio nella squadra locale e che non era in casa.

Fonte: Ansa