No Tav. Arrestati Guido Fissore e Giorgio Rossetto in Val di Susa

Pubblicato il 26 Gennaio 2012 10:42 | Ultimo aggiornamento: 26 Gennaio 2012 11:21

VILLARFOCCHIARDO (TORINO) – Sono due i residenti in Valle di Susa che sono stati arrestati questa mattina nell’operazione della Polizia che riguarda il movimento No Tav. Sono Guido Fissore, consigliere comunale a Villarfocchiardo, e Giorgio Rossetto, di professione barbiere, esponente del ”comitato di lotta popolare” di Bussoleno.

Nell’aula del consiglio comunale di Villar Focchiardo si sono riuniti stamani una quarantina di esponenti del movimento No Tav, fra i quali uno dei leader, Alberto Perino, e il sindacalista Giorgio Cremaschi. Successivamente il gruppo si e’ spostato al presidio permanente No Tav di Vaie (Torino), dove nel pomeriggio ci sara’ un incontro con i giornalisti.

E’ stato espresso da una lista civica ispirata dal movimento No Tav il consigliere comunale di Villar Focchiardo (Torino), Guido Fissore, di 67 anni, arrestato oggi nell’inchiesta della Procura di Torino e della Digos sugli incidenti avvenuti il 27 giugno e il 3 luglio in Val Susa.    Fissore, pensionato, e’ uno dei militanti No Tav piu’ conosciuti della Valle di Susa. Lo scorso agosto sostenne uno sciopero della fame contro l’allargamento del cantiere Tav in Valle Clarea mentre con altri militanti presidiava un gazebo che fu sgomberato dalle forze dell’ordine. In quell’occasione si incateno’ a un cancello e gli agenti, dopo aver reciso la catena, lo sollevarono di peso e lo allontanarono. A dicembre ha accompagnato davanti alle recinzioni del cantiere una scolaresca giunta in visita da Bergamo.