No Tav, attentati a Chiomonte: arrestati 4 anarchici, perquisizioni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Dicembre 2013 9:56 | Ultimo aggiornamento: 9 Dicembre 2013 11:30
Protesta No Tav (foto LaPresse)

No Tav, attentati a Chiomonte: arresti e perquisizioni

TORINO – Un blitz scattato all’alba di lunedì nei confronti degli attivisti No-Tav. Blitz con tanto di arresti e perquisizioni.  Al momento sono quattro le persone arrestate, tutti dell’area anarcoinsurrezionalista.

Gli episodi contestati risalgono al 2013. Dalle prime ore di lunedì mattina sono partite anche le perquisizioni nei confronti degli stessi attivisti, sia a Torino che in Val di Susa. Si tratta di un’operazione congiunta tra le procure di Milano e Torino.

Il provvedimento riguarda quattro persone vicine all’ala autonoma ritenute responsabili di alcuni attacchi al cantiere di Chiomonte. L’accusa mossa nei loro confronti dai pm Andrea Padalino e Antonio Rinaudo è di attentato con finalità di terrorismo.

La Questura di Torino ha precisato che gli arrestati, simpatizzanti del movimento no tav, sono dell’area definita dagli inquirenti anarcoinsurrezionalista. Tre arresti sono stati eseguiti nella zona di Torino, uno in quella di Milano. Contestato il reato di “attentato con finalità terroristiche, atto di terrorismo con ordigni micidiali ed esplosivi, detenzione di armi da guerra, danneggiamento”. .