No Tav e lotte in Val Susa: indagati Beppe Grillo e Alberto Perino

Pubblicato il 11 Giugno 2011 12:18 | Ultimo aggiornamento: 11 Giugno 2011 12:20

TORINO – Sarebbero indagati Beppe Grillo e Alberto Perino, due esponenti del movimento No Tav e le lotte in Val di Susa. Secondo quanto scrive Repubblica il comico genovese è finito sotto inchiesta “per aver violato, il 5 dicembre scorso, i sigilli della casetta costruita dal movimento alla Maddalena di Chiomonte e posta sotto sequestro dall’autorità giudiziaria come abusiva2.

Alberto Perino portavoce del movimento No Tav è finito nelle indagini per due episodi: “il primo riguarda i carotaggi all’autoporto di Susa (necessari per studiare la geologia del luogo) che erano stati impediti dai No Tav, nel gennaio 2010. Per quel fatto nei giorni scorsi sono stati recapitati a una decina di esponenti del movimento valsusino gli avvisi di chiusura indagini”, spiega Repubblica,