No Tav, Erri De Luca indagato per sue dichiarazioni pro-sabotaggio: “Onorato”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 settembre 2013 16:11 | Ultimo aggiornamento: 26 settembre 2013 16:11
No Tav, Erri De Luca indagato per sue dichiarazioni pro-sabotaggio: "Onorato"

Erri De Luca

TORINO – “E’ un onore, per uno scrittore, essere imputato di un reato di opinione”: lo ha scritto su Twitter Erri De Luca, indagato dalla procura di Torino, a seguito della denuncia della Lyon-Turin ferroviaire (Ltf), società che deve realizzare la tratta comune della linea ad alta velocità Torino-Lione, per le sue recenti dichiarazioni a favore dei sabotaggi no Tav in Val di Susa.

La Procura di Torino ha aperto un fascicolo di atti relativi, per cui al momento non ci sono indagati né ipotesi di reato. Nelle scorse settimane, l’ex di Lotta Continua aveva confessato di aver partecipato a forme di sabotaggio in Valsusa.

Lo scorso 8 settembre aveva detto: “Ho partecipato ai blocchi dell’autostrada insieme a maestri elementari, vigili urbani, madri di famiglia. Il blocco stradale è certamente un atto di ostruzionismo. Diciamo che è una forma di sabotaggio alla libera circolazione”.

E oggi orgolioso ribadisce: “Da scrittore, essere denunciato per aver espresso pubblicamente le mie convinzioni, rappresenta un riconoscimento, una sorta di premio letterario“.