No tav, H24: “Il lampeggiante? Era nel kit di emergenza”

Pubblicato il 29 Febbraio 2012 19:13 | Ultimo aggiornamento: 29 Febbraio 2012 19:24

TORINO – ”Il lampeggiante che si vede sull’auto della troupe di H24 aggredita in Val di Susa fa parte del ‘kit di emergenza’ in dotazione alle nostre autovetture fuoristrada e non e’ stato certo il nostro personale a collocarlo sul tettuccio dell’auto: e’ stato posto li’ dopo l’aggressione, quando i nostri operatori non c’erano piu”’: lo afferma il direttore di H24, Mauro Parissone.

”Abbiamo evidenze – dice Parissone, interpellato dall’ANSA – che tutto il materiale del ‘kit di emergenza’ in dotazione ai nostri fuoristrada, e cioe’ cerate, stivali, caschetti da cantiere, scarponi da montagna, luci notturne, maschere antigas e lampeggiante – aggiunge Parissone – era ben richiuso dentro le sacche di emergenza che stavano dentro il bagagliaio. Loro – continua Parissone – hanno tirato fuori tutto, hanno visto il lampeggiante e, con un po’ di cattivo gusto, hanno voluto atteggiare il nostro furistrada ad auto di servizio della Polizia di Stato”.

”Spesso – sottolinea Parissone per spiegare la presenza del ‘kit di emergenza’ a bordo del fuoristrada – andiamo in giro con Protezione civile, vigili del fuoco, forestale, e abbiamo i kit che ci servono per andare a gestire riprese, in maniera dinamica, in situazioni di emergenza. Quel mezzo, in particolare – sottolinea – ha fatto l’emergenza neve con i Vigili del fuoco 15 giorni fa”. Parissone conferma che le ruote del fuoristrada sono state sgonfiate e non tagliate, come riferito in un primo momento, e dice che l’operatore di H24 ”ha ricevuto un pugno al naso. C’e’ stata una forte fuoriuscita di sangue, e’ andato in ospedale ma, grazie a Dio – conclude – non c’e’ nulla di rotto”.