Cronaca Italia

Noemi Durini, monsignor Vincenzo Paglia: “Lucio si deve convertire”

Noemi Durini, monsignor Vincenzo Paglia: "Lucio si deve convertire"

Noemi Durini, monsignor Vincenzo Paglia: “Lucio si deve convertire” (foto d’archivio Ansa)

SPECCHIA – “Quel giovane va aiutato perché si converta, perché capisca ciò che ha fatto e non lo ripeta. Quello accaduto a Specchia, in Puglia, è un fatto drammatico, frutto di una caduta di qualsiasi sentimento umano. Quando l’uomo, minore o adulto, perde la dimensione umana, diventa peggio di una bestia. Se non si interrompe questa spirale di odio contro odio la deriva sarà drammatica. C’è bisogno di immettere più amore in questo contesto avvelenato, la giustizia deve fare il suo corso ma c’è anche un corso umano che deve essere irrobustito per aiutare a cambiare e trasformare la vita di quel paese ma dell’intera nazione italiana”. Lo ha detto alla trasmissione “Stanze Vaticane” di Tgcom24, Mons. Vincenzo Paglia, Presidente della Pontificia Accademia per la Vita, commentando l’omicidio di Noemi Durini.

“Quel giovane – ha aggiunto – va aiutato a scoprire il dramma, la cattiveria che lo ha condotto a compiere un atto criminale così drammatico, perché si converta, perché capisca e non lo faccia più. Serve maggiore forza di convincimento, maggiore passione per evitare che l’odio aumenti e che si mettano bombe molotov o che si commettano altri crimini. Il clima avvelenato è come un ambiente inquinato che fa male. Il perdono non significa passare sopra, ma fare una serie di azione perché in quel ragazzo crescano sentimenti diversi, anche di pentimento forte. Il perdono non è un sentimento che lascia le cose come sono. Il perdono è evitare che queste cose si ripetano e aiutare chi ha sbagliato a redimersi. Serve forza e coraggio, da parte di tutti. C’è bisogno di accompagnare tutti, anche i genitori, a capire, a comprendere e rendere questo dramma occasione per cambiare vita tutti quanti”.

To Top