Noicattaro, Vincenzo Cafagna strangolato al culmine di una lite: arrestato il fratello

di redazione Blitz
Pubblicato il 27 giugno 2018 16:39 | Ultimo aggiornamento: 27 giugno 2018 16:39
Noicattaro, Vincenzo Cafagna strangolato al culmine di una lite: arrestato il fratello

Noicattaro, Vincenzo Cafagna strangolato al culmine di una lite: arrestato il fratello

BARI – Si sono azzuffati per l’ennesima volta a causa del disordine in casa. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Per questo Vito Sante Cafagna, 59enne di Noicattaro (Bari), sarebbe saltato alla gola del fratello Vincenzo, di 56 anni, finendo per strangolarlo.

L’uomo è stato arrestato mercoledì mattina, accusato dell’omicidio del fratello avvenuto ieri sera a Noicattaro. Tra i due, braccianti agricoli già noti alle forze dell’ordine, sarebbe scoppiata una violenta lite per futili motivi, culminata con lo strangolamento di Cosimo Cafagna.

I carabinieri hanno fin da subito sospettato del fratello della vittima. Non ha infatti convinto la versione resa ai militari, nell’immediatezza dei soccorsi. Vito Sante Cafagna avrebbe detto ai carabinieri che il fratello era morto di asfissia dopo aver accusato un malore improvviso. Da qui l’interrogatorio al termine del quale è scattato l’arresto in flagranza.