Nonna Peppina, c’è l’ok della procura: “Può riavere la casetta”. Salvini esulta su Twitter

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 agosto 2018 16:17 | Ultimo aggiornamento: 5 agosto 2018 16:17
salvini nonna peppina

Nonna Peppina e Matteo Salvini

ROMA – “Finalmente, vittoria per nonna Peppina! Spero di riabbracciarla presto. Dalle parole ai fatti!”. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] E’ quanto scrive su Twitter il vicepremier e ministro dell’Interno, Matteo Salvini, riferendosi alla 95enne di Fiastra (Macerata) divenuta un simbolo per i terremotati legati ai loro paesi.

Salvini fa riferimento a quanto scrive oggi la cronaca di Macerata del Resto del Carlino secondo la quale la procura ha dato parere favorevole al dissequestro della casetta abusiva di Giuseppa Fattori, attualmente ricoverata in ospedale. Il procuratore capo Giovanni Giorgio, scrive il quotidiano, ha depositato al giudice per le indagini preliminari il parere favorevole al dissequestro. Il procuratore ha chiesto al gip che venga espressamente specificato che l’immobile potrà essere utilizzato solo per le esigenze abitative di Peppina, e se la stessa non lo dovesse utilizzare, dovrà essere demolito in quanto abusivo; la demolizione dovrà scattare comunque non appena l’anziana riavrà la sua casa danneggiata dal sisma. Secondo il procuratore, la costruzione abusiva può essere sanata solo per chi era residente nel cratere, e proprietario di un immobile lesionato dal sisma.

“Credo sia meglio aspettare per stappare lo champagne – dice Gabriella Turchetti ha Resto del Carlino -. Pur di tornare a Fiastra, mia madre è stata qualche giorno in roulotte e si è ammalata. All’inizio ci avevano dato poche speranze, invece per fortuna si sta riprendendo, e tuttora continua a chiedere di poter tornare a San Martino. Per rallegrarci, soprattutto dopo il mare di documenti, permessi, richieste e istanze fatte, aspettiamo il dissequestro dal gip. In ogni caso, mia madre aspetta da sette mesi di poter tornare a casa sua”.