Novara, festeggia il compleanno in casa e poi stupra la vicina

di redazione Blitz
Pubblicato il 2 ottobre 2018 19:29 | Ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2018 19:29
Novara, festeggia il compleanno in casa e poi stupra la vicina

Novara, festeggia il compleanno in casa e poi stupra la vicina

NOVARA  –  Festeggia il compleanno in casa. Poi, quando gli amici vanno via, va dalla vicina di casa e la violenta. E’ finito in manette un giovane falegname romeno di 28 anni. La sua vicina, una trentenne di origini domenicane, lo ha denunciato per stupro. 

I fatti contestati sarebbero accaduti la sera dello scorso 27 settembre in un Comune dell’hinterland di Novara. Il giovane aveva festeggiato gli anni in casa. Quando gli amici se ne sono andati, si è presentato alla porta della vicina di casa, che conosceva soltanto di vista. Ha suonato il campanello e, con una scusa, ha convinto la donna ad aprire la porta quel tanto che bastava per spalancarla con un colpo ed entrare

. In un attimo è stato il panico e quella che doveva essere una tranquilla serata di relax in casa, si è trasformata nel peggiore degli incubi. L’uomo, ubriaco, indossava soltanto gli slip, in mano un bastone con il quale ha minacciato di morte la sudamericana. In pochi istanti la donna se l’è trovato addosso: impossibile fermarlo, vista la sua forza, prima l’ha picchiata, poi ha abusato di lei.

Soltanto quando la vittima dello stupro ha trovato la forza, e il coraggio, di rompere sulla testa del suo aguzzino un deumidificatore in ceramica, il giovane romeno si è allontanato, rinchiudendosi nel suo appartamento. E’ lì che i poliziotti lo hanno fermato, dopo che la donna, aiutata da un’amica, ha denunciato la violenza in Questura.

Il giovane è stato identificato grazie alla descrizione della vittima, e alla vistosa ferita al capo. Era rimasto chiuso in casa, senza fare il benché minimo rumore, nella speranza di non farsi trovare. Davanti agli inquirenti, ha negato ogni responsabilità, ma il gip ha deciso la detenzione in carcere.