Nubifragi e allagamenti in Sicilia, da domenica piove a nord

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Settembre 2015 10:30 | Ultimo aggiornamento: 9 Settembre 2015 10:30
Nubifragi e allagamenti in Sicilia, da domenica piove a nord

Nubifragi e allagamenti in Sicilia, da domenica piove a nord

CATANIA – Il maltempo è arrivato sulla Sicilia, portando nubifragi e temporali che hanno causato allagamenti e danni alla linea ferroviaria tra Catania e Taormina. La pioggia sarà particolarmente violenta al sud e sulla Sicilia tra mercoledì 9 e giovedì 10 settembre per la perturbazione arrivata dal nord Italia, dove la breve tregua di sole sarà rotta da domenica 13 settembre con l’arrivo di una nuova perturbazione e del maltempo.

Le abbondanti precipitazioni che stanno interessando la Sicilia hanno causato l’allagamento delle stazioni di Letojanni e Alcantara, sulla linea Messina-Catania. Dalle 8.30 la circolazione dei treni è sospesa tra Catania e Taormina e, per garantire i collegamenti, sono stati attivati servizi sostitutivi con autobus. Le squadre tecniche di Rfi sono intervenute per ripristinare la funzionalità della linea. Intanto, l’allarme meteo annunciato per oggi dalla Protezione civile, nell’isola prevede picchi di pioggia fino a 200 millimetri in 24 (la media mensile è di norma circa 100 millimetri), soprattutto nella Sicilia orientale. Chiusi in molte città giardini, ville comunali e scuole (nelle poche dove gli istituti hanno cominciato le lezioni).

Francesco Nucera, meteorologo di 3bmeteo.com, scrive che i fenomeni più intensi interesseranno la Sicilia, la Calabria, ma anche la Basilicata e la Puglia:

“Sud e Sicilia entrano nella morsa del maltempo il cui apice sarà tra mercoledì e giovedì. Si tratta di piogge anche intense e temporali violenti che possono formarsi nella distesa di nubi stratiformi. Gran parte dei settori di Calabria, Sicilia, Puglia e Basilicata saranno coinvolte della precipitazioni, ma anche parte della Sardegna. Ci sono delle province però dove sono attesi gli accumuli più abbondanti. Ecco dove:

Sicilia: trapanese, agrigentino, ennese, catanese, siracusano e messinese. Il messinese e il nord catanese potrebbero essere le aree a maggior rischio nubifragi.

Calabria: reggino, catanzarese e crotonese

Basilicata: Materano con particolare riferimento al metapontino

Puglia: leccese

Sardegna: cagliaritano”.

La tregua di bel tempo al nord durerà ancora per poco, scrive Fabio Da Lio su 3bmeteo.com:

“In vista di domenica tuttavia i modelli matematici intravedono un nuovo graduale peggioramento sul Nord Italia, per il passaggio di una perturbazione atlantica. Essa potrebbe dunque riportare la pioggia a partire da Piemonte, VDA e Liguria, in estensione a Lombardia, Toscana ed Emilia verso sera, fino a sfiorare il Triveneto in nottata. Sole prevalente invece altrove”.