Nunzio Proscia ha ucciso Francesca Milano perché gli diceva “fallito”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 dicembre 2013 16:28 | Ultimo aggiornamento: 29 dicembre 2013 16:28
Nunzio Proscia ha ucciso Francesca Milano perché gli diceva "fallito"

Foto Facebook

GIOIA DEL COLLE (BARI) – Nunzio Proscia non avrebbe ucciso la sua compagna Francesca Milano perché aveva aperto un profilo Facebook, ma perché gli diceva che era un fallito.

Non soltanto la gelosia sarebbe stata alla base dell’omicidio della donna di 42 anni di Gioia del Colle. Proscia, reo confesso del delitto, nel lungo interrogatorio al termine del quale ha ammesso di aver ucciso la donna con cui aveva una relazione da quasi dieci anni, ha riferito di aver reagito all’ennesima umiliazione. Una reazione che non sarebbe riuscito a controllare fino ad ammazzare la donna strangolandola. ”Fallito” sarebbe una delle offese che, stando al racconto dell’uomo, la compagna gli avrebbe rivolto spesso negli ultimi tempi.

I carabinieri sono arrivati a lui grazie ai sospetti segnalati dai familiari della donna che il 27 dicembre scorso ne avevano denunciato la scomparsa. I parenti di Francesca Milano avevano infatti riferito agli investigatori di una relazione ”burrascosa” tra la donna e Proscia. L’uomo è stato quindi interrogato per ore e in tarda serata ha confessato.