Nuoro, Angelo Maria Piras ucciso con un colpo di fucile alla testa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Gennaio 2015 13:16 | Ultimo aggiornamento: 25 Gennaio 2015 13:16
Nuoro, Angelo Maria Piras ucciso con un colpo di fucile alla testa

Foto d’archivio

NUORO – Ucciso con un colpo di fucile alla testa, Angelo Maria Piras, di 40 anni di Lula (Nuoro), trovato senza vita domenica mattina intorno alle 9 nelle campagne del paese in località Uruele. Ma potrebbe non essere l’unico colpo inferto all’uomo dai sicari. Gli inquirenti attendono l’arrivo del medico legale Vindice Mingioni, per accertare l’ora della morte dell’uomo e la quantità di colpi esplosi.

Piras potrebbe esser stato ucciso all’alba, ora in cui solitamente si recava a piedi nell’ovile del suocero, non distante dal paese, patria tra l’altro di Matteo Boe, nome storico della criminalità in Sardegna, che fu l’unico detenuto a riuscire a fuggire dal supercarcere sull’isola dell’Asinara.

Angelo Maria Piras faceva l’allevatore e assieme al fratello gestiva un agriturismo appena fuori al paese. Aveva diversi precedenti penali alle spalle, tra cui l’assalto a una camionetta dei carabinieri nel 2003, per cui era stato condannato per duplice tentato omicidio: nell’agguato rischiarono la vita due carabinieri.