Supramonte (Nuoro). Ritrovato scheletro di ex vicesindaco scomparso lo scorso anno durante escursione

Pubblicato il 4 Ottobre 2010 - 12:23 OLTRE 6 MESI FA

Supramonte - Tratto tra Orgosolo e Urzulei

Lo scheletro ritrovato sabato da un’escursionista fra Orgosolo ed Urzulei è di Gesuino Cadinu, l’ex vicesindaco di Mamoiada (Nuoro), di 56 anni scomparso il 27 dicembre dell’anno scorso dopo essere uscito per un’escursione sul Supramonte. La conferma dell’identificazione è arrivata stamani nella sala mortuaria dell’ospedale San Francesco di Nuoro.

Un nipote di Cadinu, Salvatore Gungui, che già ieri sul luogo del ritrovamento aveva riconosciuto gli abiti e uno zainetto dello zio, ha ripetuto davanti al magistrato che i jeans e il cappello trovati sui resti umani sono quelli che lo zio indossava il 27 dicembre quando all’alba uscì di casa. Un altro particolare ha aiutato il riconoscimento: sul volto irriconoscibile vi sono ancora i baffi, caratteristica inconfondibile di Cadinu.

Dopo la denuncia della scomparsa di Cadinu furono avviate ricerche e l’auto dello scomparso fu trovata parcheggiata e chiusa a chiave. Neanche speciali unità cinofile della Protezione civile particolarmente addestrate riuscirono a ritrovare le tracce di Cadinu. Solo uno speleologo a distanza di quasi un anno ha notato, sabato scorso, lo scheletro in una cavità calcarea in un dirupo.

I primi accertamenti medico-legali hanno stabilito che Cadinu è scivolato, battendo violentemente il capo e la schiena. La morte è stata probabilmente istantanea. Terminati gli accertamenti i resti di Cadinu saranno restituiti alla famiglia per la celebrazione dei funerali.