Nuovi focolai coronavirus, gli anziani della Rsa di Milano e i 91 giovani in discoteca

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Agosto 2020 12:36 | Ultimo aggiornamento: 28 Agosto 2020 17:06
Nuovi focolai coronavirus, gli anziani della Rsa di Milano e i 91 giovani in discoteca

Nuovi focolai coronavirus, gli anziani della Rsa di Milano e i 91 giovani in discoteca (Foto Ansa)

Ci sono 21 anziani in una Rsa di Milano e 91 ragazzi in una discoteca di Cervia. Sono i nuovi focolai coronavirus in Italia, scoppiati negli ultimi giorni.

Da una parte gli anziani, dall’altra dei giovanissimi tra i 16 e i 20 anni. Nuovi focolai coronavirus in Italia, il primo in una casa di riposo nel milanese, il secondo in una discoteca di Cervia.

Il Coronavirus torna infatti nelle residenze per anziani. Alla rsa Quarenghi, periferia Nord Ovest di Milano, sono risultati positivi al tampone 21 ospiti e un operatore sanitario. Lo riporta il quotidiano Il Giorno, spiegando che comunque solo uno dei contagiati presenta sintomi.

Proprio a causa dei sintomi a questa persona è stato fatto il tampone, risultato positivo. Immediatamente è stato eseguito a tutti gli utenti della struttura (oltre 120) e al personale ed è così che si è scoperto il focolaio. Dei 21 positivi la metà sono già stati ricoverati in ospedale in reparti Covid. Gli altri dieci sono isolati in attesa di un posto, mentre l’operatore è stato messo a riposo.

“La situazione – assicurano da Coopselios, che gestisce la struttura – è gestita e monitorata quotidianamente dal personale sanitario e socio-assistenzale dell’ente gestore nel rispetto delle procedure e dei protocolli in essere”.

I 91 giovani nella discoteca di Cervia

I primi dieci giovani sono stati trovati quasi per caso. Avevano fatto il tampone ed erano risultati positivi al Covid. In comune, oltre all’età (tutti sotto i vent’anni) il fatto di aver passato la serata di Ferragosto nello stesso locale: la discoteca Indie a Pinarella Cervia, in provincia di Ravenna.

A quel punto l’azienda sanitaria romagnola ha lanciato l’appello ai 1500 ragazzi che quella sera erano nel club: venite a farvi il tampone. Molti erano arrivati a Cervia da Ravenna, Forlì e Cesena: su oltre 1200 test, alla fine sono emersi 91 positivi. E si sta ancora cercando.

Quasi tutti di età compresa tra i 16 e i 20 anni e quasi tutti asintomatici. Il che significa che, ignari di aver contratto la malattia, sei giorni successivi hanno incontrato nonni, amici, parenti. (Fonti Ansa e Il Fatto Quotidiano).