Coronavirus Campania, obbligo mascherine all’aperto fino al 4 ottobre

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Settembre 2020 12:32 | Ultimo aggiornamento: 24 Settembre 2020 14:30
Obbligo mascherina all'aperto in Campania fino al 4 ottobre

Da oggi obbligo mascherina all’aperto in Campania fino al 4 ottobre (foto ANSA)

Da oggi, giovedì 24 settembre, scatta l’obbligo di mascherina all’aperto in Campania. L’ordinanza è stata firmata dal governatore Vincenzo De Luca.

In Campania scatta da oggi, 24 settembre, l’obbligo di indossare la mascherina all’aperto.

Al termine della riunione dell’Unità di Crisi, il presidente della Regione Vincenzo De Luca, ha firmato l’ordinanza.

Fino al 4 ottobre, “fatta salva l’adozione di ulteriori provvedimenti in conseguenza della rilevazione quotidiana dei dati epidemiologici della regione”, viene disposto l’obbligo di indossare la mascherina all’aperto su tutto il territorio Regionale.

“Occorre – ha detto De Luca – ripristinare immediatamente comportamenti responsabili, a maggior ragione con l’apertura delle scuole. Se vogliamo evitare chiusure generalizzate è necessario il massimo rigore”. 

L’obbligo rimane escluso per i bambini al di sotto dei 6 anni, per i portatori di patologie incompatibili con l’uso della mascherina e durante l’esercizio in forma individuale di attività motoria e sportiva.

L’ordinanza

Obbligatorio prendere la temperatura dei dipendenti ed utenti degli uffici pubblici ed aperti al pubblico e di impedire l’ingresso laddove ci sia una temperatura superiore a 37,5 gradi C°.

I titolari di esercizi commerciali, culturali, ricreativi o comunque aperti al pubblico, non all’aperto, sono obbligati ad effettuare la misurazione della temperatura corporea all’ingresso dei locali di esercizio e ad assicurare la presenza di dispenser di gel e soluzioni igienizzanti, subordinando l’accesso ai locali alla previa igienizzazione delle mani e al riscontro di temperatura inferiore a 37,5 gradi C°.

Prorogate le misure confermate del 9 settembre scorso.

Si richiamano tutti gli esercenti, gestori ed utenti alla stretta osservanza delle misure di prevenzione e sicurezza approvate con le ordinanze che, al fine di rendere tempestiva la corretta ricostruzione degli eventuali casi di contatto stretto, stabiliscono l’obbligo della identificazione di almeno un soggetto per tavolo o per gruppo di avventori attraverso la rilevazione e conservazione dei dati di idoneo documento di identità.

Resta confermato l’obbligo per chi utilizza mezzi di trasporto, di linea e non di linea, di indossare correttamente i dispositivi di protezione individuale. In tutte le aree terminal (compresi banchine, moli e binari) nonché all’ingresso e a bordo dei mezzi di trasporto. Durante tutto il tragitto, ferma l’osservanza delle ulteriori disposizioni vigenti per la prevenzione del rischio di contagi.

Agli esercenti l’attività di trasporto, di linea e non di linea, obbligo di vietare l’ingresso a bordo dei passeggeri che non indossino la mascherina. E di adottare misure idonee ad evitare affollamenti sui mezzi, fino al completo deflusso dei passeggeri all’arrivo.

Per il trasporto su ferro e gomma eventuali passeggeri sprovvisti di mascherina devono essere sanzionati ed essere invitati a scendere immediatamente. E comunque appena possibile dal mezzo, al fine di evitare ogni ulteriore rischio connesso alla permanenza a bordo in assenza di dispositivi di protezione.

In caso di rifiuto, sarà disposto il blocco del bus o del treno e richiesto l’intervento delle Forze dell’ordine. (fonte ANSA)