Ocean Viking, migranti minacciano di gettarsi in mare. L’ong: “La situazione è insopportabile”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Luglio 2020 14:27 | Ultimo aggiornamento: 2 Luglio 2020 14:27
Ocean Viking, foto Ansa

Ocean Viking, migranti minacciano di gettarsi in mare. L’ong: “La situazione è insopportabile” (foto Ansa)

Sale la tensione tra i 180 migranti soccorsi che si trovano a bordo della Ocean Viking.

Alcuni di loro, infatti, hanno minacciato di gettarsi in mare. Lo afferma Sos Mediterranee che denuncia la “mancanza di solidarietà” dei Paesi Ue per il caso Ocean Viking:

“Ancora una volta siamo lasciati in un limbo senza alcuna indicazione di un porto di sbarco”.

Le persone sono state recuperate in 4 diverse operazioni in 5 giorni nelle aree Sar italiana e maltese.

“Alcuni dei sopravvissuti sono in condizioni precarie in mare da 8 giorni. La situazione è insopportabile”, spiega la ong francese.

Tra i 180 della Ocean Viking – di 13 nazionalità – ci sono 2 donne (una incinta) e 25 minori, 17 dei quali non accompagnati.

Molti, fanno sapere dalla nave, “hanno bruciature da sole e carburante.

“Abbiamo mandato cinque richieste – spiega Fredric Penard, direttore delle operazioni di Sos mediterranee – alle autorità marittime italiane e maltesi per un porto di sbarco e abbiamo ricevuto solo due risposte negative finora.

Che fine ha fatto l’Accordo di Malta per il ricollocamento dei migranti salvati?”.

La risposta della Commissione europea

“Non spetta alla Commissione europea trovare o assegnare un porto per lo sbarco” dei migranti, “dipende dagli Stati membri e per questo li incoraggiamo a cooperare strettamente per trovare soluzioni nel Mediterraneo”.

Così un portavoce della Commissione europea ha risposto ad un giornalista che chiedeva commenti sulla vicenda dei 180 migranti soccorsi e che si trovano a bordo della Ocean Viking.