Offida (Ascoli Piceno), infermiere di una Rsa arrestato: è accusato di aver ucciso 8 anziani

di redazione Blitz
Pubblicato il 15 Giugno 2020 9:14 | Ultimo aggiornamento: 15 Giugno 2020 9:22
Offida (Ascoli Piceno), infermiere di una Rsa arrestato: è accusato di aver ucciso 8 anziani

Offida (Ascoli Piceno), infermiere di una Rsa arrestato: è accusato di aver ucciso 8 anziani (Foto Ansa)

OFFIDA (ASCOLI PICENO)  –  I carabinieri hanno arrestato un infermiere in provincia di Ascoli Piceno. La accusa nei suoi confronti è di aver ucciso otto pazienti anziani ospiti di una Rsa (residenza sanitaria assistenziale) e di aver tentato di ammazzarne altri quattro. 

L’infermiere, che prestava servizio presso la Rsa di Offida, in provincia di Ascoli Piceno, è indagato per otto omicidi volontari premeditati e quattro tentati omicidi degli anziani.

I fatti contestati risalgono al periodo tra il gennaio 2017 e il febbraio 2019. In quei mesi l’uomo prestava servizio presso la struttura per anziani.

Inoltre l’ipotesi è che i decessi dei degenti siano avvenuti somministrando farmaci non previsti o in dosi eccessive.

Infermiere di una Rsa arrestato, le accuse contestate

La procura ha spiegato di aver constatato “le ulteriori aggravanti dell’aver commesso i fatti con mezzi insidiosi”.

Nello specifico il pm si riferisce a “ripetute somministrazioni indebite di farmaci, promazina, insulina, anticoagulanti, per dosi e/o tipologia non previsti e controindicati, al fine di causare i decessi”.

Per di più l’infermiere avrebbe compiuto anche un “abuso dei poteri e violazione dei doveri inerenti la funzione di infermiere che espletava”.

A fondamento della misura cautelare gli inquirenti hanno acquisito “gravi indizi di colpevolezza e hanno ravvisato esigenze cautelari”. (Fonte: Ansa)