Olimpiadi della scienza a Pechino, c’è anche una scuola romana

Pubblicato il 14 Marzo 2010 16:29 | Ultimo aggiornamento: 14 Marzo 2010 16:29

La Fontana di Trevi, uno dei luoghi più celebri della Capitale

Sarà una scuola media romana a rappresentare l’Italia alle Olimpiadi della scienza che si terranno a Pechino dal 17 al 23 marzo. Il progetto sarà sull’acqua come memoria con un percorso artistico sulle fontane di Roma.

L’idea è stata presentata dalla scuola di via Pintor all’associazione che organizza l’evento con l’idea di lavorare sulle fontane attraverso tecniche fotografiche e materiali di riciclo; il risultato sarà esposto alle Olimpiadi dove si ritroveranno rappresentanti di tutto il mondo.

Due le classi impegnate, una seconda e una terza; coinvolti insegnanti di arte e lettere. Una delegazione della scuola è in partenza per Pechino il prossimo 16 marzo.

«Siamo molto emozionati per il risultato finora ottenuto. Il progetto – afferma la preside della scuola Maria Teresa Corea – rappresenta il valore dell’acqua non solo come bene essenziale ma anche come motivo di ispirazione artistica e di sviluppo delle applicazioni tecniche. La carta vincente è stata la scelta di seguire il percorso artistico. Ritengo – continua la preside – che la partecipazione alle Olimpiadi sia anche un’importante occasione di interscambio culturale. Lì, infatti, avremo modo di confrontarci e far confrontare gli studenti con altre culture ed esperienze».