Garlasco, processo aggiornato al 22 novembre. Stasi: “Sono innocente”

Pubblicato il 8 Novembre 2011 11:50 | Ultimo aggiornamento: 8 Novembre 2011 13:09

MILANO, 8 NOV – Dopo la lettura della relazione del giudice a latere Fabio Tucci e’ stato aggiornato al prossimo 22 novembre il processo che si sta celebrando davanti alla Corte d’Assise d’Appello di Milano nel quale Alberto Stasi e’ l’unico imputato per l’omicidio della sua fidanzata Chiara poggi.

Il processo e’ a porte chiuse, in quanto si sta celebrando col rito abbreviato. Stasi in primo grado era stato assolto dal gup Stefano Vitelli. ”E’ andato tutto bene”. E’ il commento di Alberto Stasi, uscendo dalla porta posteriore dell’ aula della Corte d’Assise d’Appello di Milano a proposito dell’ udienza di questa mattina del processo in cui e’ imputato per l’omicidio della sua fidanzata Chiara Poggi.

Con un sorriso che lasciava trasparire una certa tensione, ha poi proseguito ”ma questa non e’ mica un’intervista…” e quando gli e’ stato fatto notare che era solo una domanda su come a suo parere fosse andata l’udienza nella quale il giudice a latere ha letto la sua relazione ha ribadito ”e’ andata bene, e’ andata bene…”.

Stasi e’ uscito dall’aula accompagnato da un pool di quattro avvocati, il professor Angelo Giarda con il figlio Fabio, l’avvocato Giuseppe Colli con una assistente. A presidiare il corridoio dove e’ passato c’erano parecchi carabinieri del servizio sicurezza del Palazzo di Giustizia.

Alberto Stasi, il giovane imputato per l’omicidio della sua fidanzata Chiara Poggi, questa mattina nel corso dell’udienza del processo di secondo grado che si sta celebrando a Milano ha reso dichiarazioni spontanee per ribadire la sua innocenza. Quando il presidente della II sezione penale della Corte d’Assise d’Appello ha chiesto se aveva qualcosa da dire, Alberto Stasi ha risposto: ”Non ho altro da aggiungere rispetto a quello che ho detto al pm in sede di indagini preliminari” cioe’ che non aveva ucciso Chiara.

Stasi ha reso la sua dichiarazione dopo l’esposizione della relazione da parte del giudice a latere Fabio Tucci. Prima ancora, subito dopo l’apertura dell’udienza, la difesa rappresentata dal professor Angelo Giarda, il figlio Fabio e l’avvocato Giuseppe Colli, ha sollevato un problema relativo alla presenza in aula dei tre consulenti di parte civile essendo pero’ il processo in camera di consiglio in quanto il rito scelto e’ l’abbreviato.

La corte sul punto, con un’ordinanza, ha deciso l’ammissione dei consulenti di tutte le parti in quanto si tratta di un giudizio ”tecnicamente complesso”. Superata la questione e dopo la lettura della relazione e la dichiarazione spontanea di Stasi e’ stato cosi’ fissato il calendario: il 22 novembre ci sara’ la discussione del sostituto procuratore generale Laura Barbaini e del legale di parte civile mentre il 24 e il 25 novembre la parola passera’ alla difesa che ha gia’ preparato una memoria.    Il 6 dicembre quindi ci sara’ la camera di consiglio dalla quale i giudici potranno uscire o con il verdetto o con la decisione di rinnovazione del dibattimento come chiederanno pg e parte civile.

Come ha spiegato il professor Giarda comunque gia’ da oggi la difesa era pronta per la sua discussione. Infatti dietro all’udienza di oggi ci sono mesi di lavoro non solo dei legali ma anche di Alberto che dalla scorsa primavera si e’ rimesso a studiare le carte ”anche se non ha piu’ l’assillo – ha precisato Giarda – del primo grado in quanto ore c’e’ una sentenza di 155 pagine che lo assolve pienamente”.