Omicidio Meredith. Amanda e Raffaele in aula, Bongiorno incinta: processo aperto e rinviato

Pubblicato il 24 Novembre 2010 11:34 | Ultimo aggiornamento: 24 Novembre 2010 13:33

Amanda Knox

Aperto e subito rinviato il processo davanti alla Corte d’assise d’appello di Perugia a Raffaele Sollecito ed Amanda Knox per l’omicidio di Meredith Kercher. Stamani il collegio ha disposto che le riprese audiovideo non si svolgano durante il dibattimento, ma solo prima e dopo l’ingresso dei giudici in aula. Su richiesta di una delle parti il processo è stato rinviato all’11 dicembre prossimo.

In particolare l’udienza è stata rinviata su richiesta della difesa di Sollecito. Uno dei legali ha infatti prodotto un certificato medico relativo alla gravidanza dell’avvocato Bongiorno che documenta un suo ”temporaneo impedimento”. Il procuratore generale Costagliola, pur non opponendosi all’istanza, ha comunque ”fatto appello” al legale chiedendole di ”consentire di fare il processo”.

Il presidente del collegio, Claudio Pratillo Hellmann, ha quindi rilevato che ”il codice consentirebbe di andare avanti visto che della difesa fanno parte due avvocati ma per iniziare con tranquillità e serenità è il caso di accogliere la richiesta di rinvio”. ”Invito comunque l’avvocato Bongiorno a essere presente – ha aggiunto – perchè proseguiremo anche se lei sarà impedita”.

Oggi la Knox si è presentata in aula tesa in volto, con i capelli corti sfilati. Indossava un cardigan azzurro e dei pantaloni scuri, è invece arrivato con un giaccone rosso Sollecito, che portava un maglione a collo alto color ghiaccio e pantaloni marroni. E’ sembrato provato, ma più disteso della sua ex fidanzata.