Omicidio Meredith, Amanda in tribunale per calunnia. Udienza rinviata

Pubblicato il 1 Giugno 2010 10:25 | Ultimo aggiornamento: 1 Giugno 2010 10:25

E’ stata subito rinviata al prossimo primo ottobre l’udienza davanti al Giudice dell’udienza preliminare di Perugia, Claudia Matteini, nella quale Amanda Knox è accusata di calunnia nei confronti di alcuni agenti della Questura di Perugia. La studentessa di Seattle è infatti accusata di averli falsamente accusati di averla picchiata nel corso delle indagini sull’omicidio di Meredith Kercher.

La decisione del rinvio è stata presa dopo l’istanza di ricusazione del giudice, presentata alla Corte d’appello di Perugia dai difensori della giovane americana. La Matteini è stata infatti il giudice per le indagini preliminari che si è occupata della fase iniziale dell’inchiesta sull’omicidio di Meredith Kercher. Per la morte di Meredith la Knox, insieme al suo ex fidanzato Raffaele Sollecito, sono stati condannati in primo grado.

Nell’abito del processo, il gip Mattini firmò le ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti dei due giovani. I difensori della Knox hanno quindi chiesto al giudice di astenersi, ma poiché la loro istanza non è stata accettata, i legali hanno formalizzato la richiesta di ricusazione alla Corte d’appello, che la esaminerà il 17 giugno prossimo.