Patrizia Schettini, l’ha uccisa il figlio. Giorni dopo il tatuaggio: “Ti amo mamma”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Maggio 2015 10:42 | Ultimo aggiornamento: 13 Maggio 2015 11:39
Patrizia Schettini

Patrizia Schettini

COSENZA – Omicidio Patrizia Schettini, arrestato il figlio di 17 anni. Una settimana dopo la morte della madre il ragazzo si fa anche il tatuaggio “Nemmeno la morte ci potrà separare, ti amo mamma”. La donna, madre di due figli adottati, insegnante di pianoforte di 53 anni di Donnici, Cosenza, era stata ritrovata morta nella sua abitazione il primo aprile scorso.

Inizialmente la morte era stata attribuita ad un incidente. Ma oggi è stato arrestato il figlio diciassettenne. Una settimana dopo la morte della donna il diciassettenne si era anche fatto tatuare sul braccio la frase “nemmeno la morte ci potrà separare, ti amo mamma” per provare a sviare ogni sospetto.

“Mi sgridava troppo”: questo avrebbe detto il diciassettenne confessando l’omicidio durante l’interrogatorio. Ha ammesso  di averla spinta per le scale in un attimo di rabbia, poi la caduta e il colpo in testa accidentale. Secondo l’accusa invece il giovane l’avrebbe strangolata a mani nude, poi sbattuta contro un muro rompendole l’osso del collo, infine l’avrebbe presa in braccio portandola vicino una rampa di scale e fatta volare giù per simulare l’incidente.

Gli inquirenti erano già certi della colpevolezza del ragazzo: la Polizia lo aveva prelevato da casa sua dopo aver ascoltato una conversazione tra padre e figlio in cui quest’ultimo confessava il delitto. In casa erano state piazzate microspie.