Omicidio Renata Rapposelli, processo a Giuseppe e Simone Santoleri a gennaio 2019

di redazione Blitz
Pubblicato il 11 settembre 2018 17:19 | Ultimo aggiornamento: 11 settembre 2018 17:19
Omicidio Renata Rapposelli, processo a Giuseppe e Simone Santoleri a gennaio 2019

Omicidio Renata Rapposelli, processo a Giuseppe e Simone Santoleri a gennaio 2019 (foto Ansa)

TERAMO – Si celebrerà il 16 gennaio del 2019 presso il Tribunale di Teramo il processo per l’assassinio della pittrice teatina Renata Rapposelli a carico di Giuseppe e Simone Santoleri, rispettivamente ex marito e figlio della donna, accusati di omicidio volontario e soppressione di cadavere. 

Nei giorni scorsi la Procura della Repubblica di Teramo ha inoltrato agli avvocati dei due indagati il decreto che dispone del giudizio immediato.

La pittrice era scomparsa il 9 ottobre 2017 quando, partita da Ancona in treno, si era recata a Giulianova (Teramo) per incontrare il figlio che credeva malato e che non vedeva da 8 anni. Secondo l’accusa, una volta che la donna arrivò in casa dei due uomini sarebbe scoppiata una violenta lite per questioni economiche e Simone Santoleri la avrebbe strangolata.

Quindi, sempre secondo l’accusa, con la complicità del padre Simone Santoleri avrebbe portato il cadavere della madre in auto a Tolentino (Macerata) dopo tre giorni, e lì padre e figlio si sarebbero sbarazzati del corpo dopo averlo tenuto in casa per tre giorni. Il corpo venne trovato lungo una scarpata nelle campagne di Tolentino, sfigurato, ridotto in stato scheletrico e incompleto.