Omicidio di Sarah, il padre: “Mai sospettato di mio cognato. Ora deve pagare”

Pubblicato il 8 Ottobre 2010 10:41 | Ultimo aggiornamento: 8 Ottobre 2010 11:24

Sarah Scazzi

“Quello che deve pagare e basta. Non ho mai avuto il sospetto di mio cognato Michele e non ho mai parlato con lui in questi giorni. Avevo sempre una speranza… ora sto male e basta…”. Queste le parole che Giacomo Scazzi, il papà di Sarah, atterrato all’aeroporto di Brindisi per salutare per l’ultima volta la figlia, ha detto ai microfoni di ”Studio Aperto-Live”, lo speciale del tg di Italia1, riferendosi al cognato che ha confessato l’omicidio.

”Quando ho sentito Sarah l’ultima volta? Il 26 – ha detto ancora – e mi disse che stava andando al mare”.