Omicidio suicidio a Castiglione Torinese: uccide moglie e cane con la pistola, poi si ammazza

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 11 Giugno 2021 8:07 | Ultimo aggiornamento: 11 Giugno 2021 8:07
Omicidio suicidio a Castiglione Torinese: uccide moglie e cane con la pistola, poi si ammazza

Omicidio suicidio a Castiglione Torinese: uccide moglie e cane con la pistola, poi si ammazza (Foto Ansa)

Omicidio-suicidio a Castiglione Torinese, nell’hinterland di Torino. Un uomo, Carlo Marengo, ha ucciso la moglie, Rachele Olivieri, e il loro cane. Li ha ammazzati a colpi di pistola, prima di uccidersi con la stessa arma. Pare che l’uomo soffrisse di depressione.

Omicidio-suicidio a Castiglione Torinese: Carlo Marengo uccide moglie e cane e poi si uccide

Poco prima delle 22 di giovedì 10 giugno, i carabinieri hanno trovato in una abitazione il cadavere del proprietario. Marengo aveva 70 anni. Poi hanno trovato anche il corpo senza vita della moglie, Rachele Olivieri, di 72 anni.

Dai primi accertamenti, si è capito subito che il pensionato, dopo aver sparato alla moglie e al cane, si è suicidato con una pistola regolarmente denunciata. Sul luogo stanno operando per ricostruire l’episodio i militari del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Torino e della Compagnia di Chivasso.

A trovarli in casa, una villetta in via San Grato, è stato il figlio, preoccupato perché non riusciva a mettersi in contatto con i genitori. La donna è stata trovata morta in cucina, il marito nel disimpegno. In cucina è stato trovato morto anche il cane, un golden retriever e, vicino all’animale, la pistola. 

Carlo Marengo soffriva di depressione?

Potrebbero esserci problemi di depressione dietro l’omicidio-suicidio di Castiglione Torinese. E’ quanto stanno cercando di accertare i carabinieri. Carlo Marengo, 70 anni, da un po’ era depresso.La coppia è stata trovata morta al piano terra; al piano di sopra vive il fratello, che non ha sentito nulla. L’arma utilizzata sarebbe una pistola di piccolo calibro.