Open Arms, la Procura indaga per sequestro di persona

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 Agosto 2019 19:06 | Ultimo aggiornamento: 16 Agosto 2019 19:06
La nave Open Arms

La nave Open Arms (Foto Ansa)

AGRIGENTO – La Procura della Repubblica di Agrigento ha aperto un fascicolo d’inchiesta a carico di ignoti per sequestro di persona sulla vicenda della nave Open Arms. Si tratta di un “atto consequenziale” dopo che in Procura è arrivato l’esposto formalizzato dai legali della ong spagnola. 

La Procura ha confermato anche la presentazione di un esposto nei confronti del prefetto di Agrigento, Dario Caputo, da parte dell’associazione giuristi democratici, che ha chiesto di valutare eventuali ipotesi di “violazioni commissive o omissive” di rilievo penale dopo l’ordinanza del Tar del Lazio sulla gestione dello sbarco dei migranti .

Il fascicolo per sequestro di persona, aperto nelle ultime ore dalla Procura della Repubblica di Agrigento, è il secondo sul caso Open Arms. Il primo, sempre a carico di ignoti, era stato aperto per l’ipotesi di reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina domenica scorsa. A coordinarli è il procuratore aggiunto Salvatore Vella.

Il primo fascicolo è usuale: viene aperto ad ogni sbarco fatto in autonomia dai migranti o con il soccorso delle ong o delle unità militari. I migranti già sbarcati dalla Open Arms e poi anche gli ultimi di queste ore verranno sentiti, dal personale della Squadra Mobile della Questura di Agrigento, per cercare di identificare possibili scafisti.

Nel frattempo il Viminale ha dato mandato all’Avvocatura dello Stato di presentare il ricorso al Consiglio di Stato contro l’ordinanza del Tar che ha sospeso il divieto d’ingresso nelle acque territoriali italiane per la Open Arms. Il ricorso dovrà avere il via libera da palazzo Chigi e al momento, secondo quanto si apprende, non è ancora arrivato a palazzo Spada. (Fonte: Ansa)