Orbassano, ragazza incinta investita da auto pirata. Il neo papà si sfoga: “Non è ammissibile”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 maggio 2019 0:51 | Ultimo aggiornamento: 24 maggio 2019 0:51
Orbassano, neo padre bimba investita: non è ammissibile

Orbassano, ragazza incinta investita da auto pirata. Papà e compagno si sfoga: “Non è ammissibile”

TORINO – Investita da un’auto pirata mentre attraversava sulle strisce. Una ragazza di 19 anni incinta è stata travolta a Orbassano, in provincia di Torino, il 23 maggio e la bimba che aveva in grembo è stata fatta nascere con un cesareo di emergenza ed è grave. Il padre Marius, un ragazzo di 20 anni, è sotto shock e non si dà pace: “Uno investe una donna e scappa, non è ammissibile”. 

Dopo il gravissimo incidente, la persona che era alla guida è fuggita dal luogo dell’impatto e la ragazza è stata soccorsa. Marius, il neo papà, passeggia  su e giù davanti all’ospedale Cto di Torino, dove i parenti cercano di dargli conforto ma lui si dispera: “Uno investe una donna e scappa. Ma le sembra possibile? La travolge e va via. Come se nulla fosse successo. Non è ammissibile”.

Poi, in preda al dolore, insiste: “Non è ammissibile, non lo è. Spero che trovino chi ha quasi ucciso mia figlia e la mia compagna”, è l’auspicio dell’uomo, che tira un sospiro di sollievo soltanto quando gli dicono che la figlia è nata. L’attesa non è però ancora finita. “Io resto qui, non mi muovo finché non mi dicono che è fuori pericolo”, dice scuotendo la testa.

5 x 1000