Orbassano (Torino), portano un giocattolo sulla tomba della figlia morta, ma qualcuno lo ruba

di redazione Blitz
Pubblicato il 14 Gennaio 2019 14:39 | Ultimo aggiornamento: 27 Luglio 2019 9:16

ORBASSANO (TORINO) – Portano un giocattolo sulla tomba della figlia morta e qualche giorno dopo scoprono che qualcuno lo ha rubato. E’ accaduto al cimitero di Orbassano, in provincia di Torino. 

La piccola Iris è morta lo scorso 25 aprile, lo stesso giorno in cui era nata, a causa di una grave infezione.

Da allora i genitori hanno spesso vegliato sulla sua tomba, e per Natale hanno deciso di portare alcuni piccoli giocattoli: niente di grande valore, più giochi simbolici per la loro piccola. Ma uno di questi giochi è stato portato via, come hanno denunciato i genitori di Iris sui social. 

“Ce ne vuole di coraggio, per rubare ai bambini. Figuriamoci ai bambini morti”, ha scritto su Facebook mamma Giulia. “Non ho neanche insulti da dare per chi è già morto dentro, e lo è sicuramente più di mia figlia. Ok, mia figlia non ha più il suo gioco di Natale, ma di sicuro è molto più amata di qualcuno che è stato cresciuto da genitori che non gli hanno insegnato che dalle tombe non si ruba”.

Dello stesso tenore le parole del padre Guido: “Non siamo sciocchi né ingenui, avevamo deciso di prendere un giocattolino costato una miseria proprio perché temevamo una cosa del genere. Provate un po’ a pensare per noi famiglia (per tutte le famiglie come noi) cosa voglia dire vedere tutti che comprano regalo di Natale ai figli, e noi a scegliere qualcosa di misero per la paura che venisse rubato. Un regalo costato manco 10 euro. Mia figlia non ha vissuto manco un giorno intero su questa terra, ma è stata ed è molto più viva di tanti che camminano su questa terra”.