Orgosolo, movimento Mgp rivendica attentato all’auto di un carabiniere

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 maggio 2019 12:01 | Ultimo aggiornamento: 26 maggio 2019 12:01
Orgosolo, attentato auto carabiniere rivendicato movimento Mgp

Orgosolo, movimento Mgp rivendica attentato all’auto di un carabiniere

CAGLIARI – L’attentato all’auto di un carabiniere di Orgosolo, in provincia di Cagliari, messo a segno il 20 maggio nel giorno dell’inaugurazione della nuova caserma del paese è stato rivendicato dal Movimento Giustizia Proletaria (Mgp). Il movimento sul sito internet Round Robin ha pubblicato un comunicato dal titolo “Appiccare il fuoco alle istituzioni” in cui definisce come “rivendicazione numero 1” l’attacco incendiario.

La notizia di una ipotetica pista terroristica era stata anticipata dall’Unione Sarda e ora il comunicato di Mgp conferma quanto avvenuto. Nel volantino pubblicato sul sito si legge: “Rivendichiamo la collocazione di un ordigno incendiario nella macchina di un servo delle forze del disordine, in Via Sicilia, Orgosolo, il 20 Maggio. Se le forze del disordine colpiscono deplorevolmente quando meno aspetti un loro colpo, il Movimento Giustizia proletaria non è da meno”.

Una prima azione, come rivendica il movimento, che fa presagire che ce ne saranno altre: “E’ con questa prima Azione che il Movimento Giustizia Proletaria si esplicita nella sua forma di diffusione ed agitazione, al popolo Italiano, invitando tutti i compagni e gli stanchi di questa Oligarchia nazionale a seguire gli svolgimenti del medesimo movimento”.

5 x 1000

“Il Movimento Giustizia Proletaria si costituisce senza odio nei confronti di nessuno. Non è un partito politico, ma un movimento Rivoluzionario”, è scritto ancora nella lunga rivendicazione che contiene prese di posizione contro “l’ennesimo governo fantoccio” e i “partiti elitariamente populisti, quali Pc e Fgc (Partito Comunista e Fronte della Gioventù Comunista, ndr)”.