Orgosolo. Madre si getta in mare coi figlioletti, attesa per interrogatorio

Pubblicato il 15 febbraio 2015 18:04 | Ultimo aggiornamento: 15 febbraio 2015 18:04
Spiaggia ad Orgosolo

Spiaggia ad Orgosolo

ORGOSOLO – Niente carnevale a Orgosolo dopo la tragedia che ha coinvolto una famiglia del paese: il sindaco Dionigio Deledda ha annullato tutti i festeggiamenti. Venerdi scorso una giovane mamma di 36 anni si è buttata nelle acque gelide del lido di Orrò, a Tortolò (Ogliastra), con i suoi due figli di 3 e 4 anni.

Subito soccorsi da due donne che passeggiavano nella spiaggia, la bimba più piccola è morta durante il trasporto all’ospedale San Francesco di Nuoro, mentre il bimbo di 4 anni ora sta bene ed è ricoverato nel reparto di Pediatria.

Nello stesso ospedale, in Psichiatria, si trova la mamma ancora in stato di choc sotto trattamento farmacologico. E’ indagata per omicidio colposo, contestazione formulata dal sostituto procuratore di Lanusei, Luisa Di Nella, che coordina le indagini.

Gli inquirenti sin dal primo momento non hanno escluso nessuna pista, ma con il passare delle ore si fa sempre più consistente l’ipotesi di un disperato tentativo di omicidio-suicidio da parte della donna, che da anni soffre di depressione, una patologia post-partum mai curata.

Lei non sa ancora che la bambina è morta: in questi due giorni solo il marito le è stato vicino per qualche minuto, la donna, infatti, non può essere avvicinata da altri prima dell’interrogatorio degli inquirenti, che potrebbe essere fissato nelle prossime ore. Già ascoltato il bimbo superstite con l’aiuto di uno psicologo. Il magistrato, intanto, ha disposto l’autopsia sulla salma della piccola di 3 anni: l’esame sarà effettuato lunedi all’ospedale San Francesco dall’anatomo-patologo Vindice Mingioni.