Orosei, bimbo morto in piscina: la retina di protezione dello scarico era rotta

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 settembre 2018 14:53 | Ultimo aggiornamento: 3 settembre 2018 15:07
orosei piscina

Orosei, bimbo morto in piscina: la retina di protezione dello scarico era rotta

NUORO – Era rotta la retina di protezione dello scarico sul fondo della piscina di Orosei, dove ieri è morto un bambino di sette anni. Lo ha detto, in un’intervista al Tg regionale della Rai Sardegna, Sergio Appeddu, il titolare della struttura ricettiva teatro della tragedia. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] “Ce ne siamo accorti due o tre giorni fa – ha raccontato il gestore – Ma non pensavamo fosse un problema: bisognava proprio andare a cercare il pericolo. Non è possibile venire risucchiati mentre ci si passa davanti. C’è un buco di 40 cm e la mano di un adulto lì non ci entra”.

“Lo scarico di fondo lo utilizziamo una volta all’anno per scaricare la piscina. L’aspirazione, invece, avviene in alto se la piscina ha skimmer – ha proseguito il gestore parlando con il Tg3 regionale – Il bambino era sicuro, era bravo a nuotare e si è fidato nell’andare a cercare dentro questo buchetto”.