Antonietta Gisonna decapitata: arrestato trans dell’Ecuador

di redazione Blitz
Pubblicato il 14 Giugno 2015 8:33 | Ultimo aggiornamento: 14 Giugno 2015 19:11
Carlos Julio Torres Velasaca, il transessuale ecuadoriano accusato di aver ucciso e decapitato una donna italiana di 51 anni, Antonietta Gisonna, in una foto diffusa dal comando provinciale dei Carabinieri di Milano (foto Ansa)

Carlos Julio Torres Velasaca, il transessuale ecuadoriano accusato di aver ucciso e decapitato una donna italiana di 51 anni, Antonietta Gisonna, in una foto diffusa dal comando provinciale dei Carabinieri di Milano (foto Ansa)

MILANO – Il corpo riverso in un lago di sangue nell’appartamento, la testa gettata in cortile. E’ il macabro bilancio di una notte di follia omicida in una casa popolare a Milano. Vittima dell’efferato delitto una donna italiana di 51 anni: Antonietta Gisonna. Aveva precedenti per spaccio.

Dopo aver colpito la donna con una decina di coltellate, usando uno dei coltelli trovati in casa, l’assassino ha decapitato la vittima e ha gettato la testa dalla finestra, che è finita in mezzo al cortile interno.

Sul posto, nella periferia est della città, a condurre i rilievi scientifici ci sono i Carabinieri. Il delitto è avvenuto intorno alle 2 in via Giovanni Antonio Amadeo, dove il 118 è intervenuto su richiesta dei carabinieri, constatando il decesso della persona decapitata e soccorrendone Velasca.

Quest’ultimo sarebbe un giovane transessuale originario dell’Ecuador che presentava una ferita da taglio a una mano. Si chiama Carlos Julio Torres Velasca e ha 20 anni.E’ stato trasportato al Policlinico in codice giallo e poi arrestato con l’accusa di omicidio volontario aggravato. Sarebbe stato lui a scaraventare la testa in cortile dopo aver ucciso la donna.

La donna uccisa viveva nell’appartamento in via Amadeo. Anche il sudamericano la scorsa notte pare si trovasse con lei ma al momento non è chiaro se i due convivessero. Tra il ferito, che ha 20 anni, e la vittima, sarebbe scoppiata una furibonda lite.