Orte (Viterbo), massacrato a sprangate. Fermati la compagna e il suo amante

Pubblicato il 11 luglio 2012 21:11 | Ultimo aggiornamento: 11 luglio 2012 21:27

ORTE (VITERBO) – Massacrato a sprangate. E’ successo ad Orte, in provincia di Viterbo. Per l’aggressione dell’uomo, un operaio di 45 anni, secondo quanto scrive l’agenzia Ansa sarebbero stati arrestati la convivente della vittima e il suo amante, di 43 e 20 anni.

Secondo l’Ansa, sarebbero stati loro ad aggredire l’operario colpendolo ripetutamente forse con una mazza da baseball. I due sarebbero accusati di tentato omicidio. L’uomo è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Viterbo.

Secondo quanto riporta l’Ansa i due sarebbero entrati in casa incappucciati, ma sarebbero stati riconosciuti da più di un testimone mentre si allontanavano dall’abitazione, senza i cappucci.

La donna, che ha avuto una figlia con l’uomo aggredito, oggi di 9 anni, e che ha altri due figli più grandi nati da una precedente relazione, aveva detto al compagno che si sarebbe recata al mare a Montalto di Castro, dove la coppia possiede una casa.

In realtà, secondo quanto riporta l’Ansa, sarebbe rimasta in zona in compagnia del giovane egiziano. Solo dopo i due sarebbero partiti insieme per raggiungere Montalto di Castro, ma sono stati bloccati lungo la strada da una pattuglia dei carabinieri che era sulle loro tracce.