Osimo, il sessantenne si era bruciato da solo e si è inventato l’aggressione con acido

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 dicembre 2017 9:17 | Ultimo aggiornamento: 27 dicembre 2017 8:14
Osimo-aggressione-acido

Osimo, nessuna aggressione con acido: il sessantenne si era inventato tutto

OSIMO (ANCONA) – Nessuna aggressione con l’acido: si era inventato tutto l’uomo di sessant’anni di Osimo (Ancona) che la Vigilia di Natale, intorno alle 17:30, è stato soccorso per delle ustioni sul corpo mentre si trovava sulla soglia del suo appartamento.

L’uomo era stato soccorso dalla Croce Verde e trasportato all’ospedale di Torrette con ustioni su varie parti del corpo. Aveva raccontato di aver aperto la porta di casa al piano terra di una palazzina e di aver visto in faccia il suo aggressore, prima di essere tramortito con un colpo alla testa e poi cosparso del liquido, inizialmente scambiato per acido.

Invece non solo non si trattava di acido, ma a versare quell’acqua bollente addosso al signore era stato lui stesso. E’ stato lui ad ammetterlo ai carabinieri, dopo che questi l’avevano messo alle strette trovando incongruenze nel suo racconto.

In realtà l’uomo si sarebbe ustionato versandosi addosso, accidentalmente, una pentola con dell’acqua bollente. A quanto pare era anche in uno stato alterato dall‘alcol. Resta comunque ricoverato in ospedale per le ustioni. La prognosi è di 15 giorni. Ma adesso rischia di venir denunciato per procurato allarme.