Osoppo (Udine): egiziano uccide la moglie e scappa. Preso

Pubblicato il 7 Luglio 2011 12:53 | Ultimo aggiornamento: 7 Luglio 2011 15:53

UDINE, 7 LUG – E’ un cittadino egiziano di mezza età, da tempo residente in Italia, dipendente di una azienda che opera nella zona industriale di Osoppo (Udine), l’uomo che questa mattina ha ucciso la convivente, una donna di 45 anni di Gemona (Udine), con tre o quattro colpi d’accetta, al termine di una violenta lite familiare.

L’uomo era fuggito, ma è stato fermato dai Carabinieri in casa di un conoscente dove si era recato, avrebbe detto, per fare un bagno.

Secondo le prime testimonianze la lite fra i due è cominciata a Gemona dove condividevano un piccolo appartamento. Un vicino di casa ha sentito le urla molto violente della donna e successivamente ha visto la coppia allontanarsi in automobile. Preoccupato, ha seguito la coppia perdendola però di vista.

Dopo alcune ricerche, poco fuori l’abitato di Osoppo, ha trovato la donna morta con il cranio fracassato e ha dato l’allarme.

Pare che l’egiziano volesse sposare la donna che in un primo tempo – secondo le prime e sommarie ricostruzioni dei fatti – avrebbe acconsentito per poi ritrarsi. Da qui le liti violente tra i due oggi sfociate nell’omicidio.

La donna uccisa è una friulana di 45 anni, Giulia Candusso, residente a Gemona del Friuli. Dell’uomo, un egiziano da anni residente in Italia, i Carabinieri invece non hanno ancora resa nota l’identità.

Gli inquirenti hanno ritrovato l’automobile con la quale la coppia da Gemona si era diretta ad Osoppo. E’ stata trovata parcheggiata poco distante dal municipio di Osoppo. L’accetta con la quale l’egiziano ha ucciso la sua convivente è stata invece ritrovata nell’abitazione dell’amico dell’ extracomunitario che gli aveva dato ospitalità in questi mesi nel piccolo paese del Friuli centrale.